0 Shares 860 Views

Donne ed estetica: non solo make up!

Nov 23, 2018
0 861

Le donne e l’estetica: un rapporto che si sviluppa da millenni ed è in continua evoluzione. La cura di sé e del proprio corpo ha radici molto profonde che percorrono la linea del tempo sino alla notte dei tempi. Questo ci indica l’importanza che l’estetica ha nella vita quotidiana di tutti. Per le donne il corpo assume certamente significati più introspettivi ed intimi in qualche modo! Insomma il corpo assume un valore da custodire e proteggere, è qualcosa da accudire per sentirsi pienamente “belle” dentro e fuori di sé. Questo benessere incarna l’estetica più classica e tradizionale in cui metodi naturali e terapie di base sono strumenti che aiutano la cura di sé stessi per sentirsi in armonia con la totalità di sé.

Gli antichi Egizi, le donne greche, le patrizie romane impiegavano prodotti semplici…scopriamoli insieme!

In Egitto il corpo era lavato con acqua e carbonati di calcio e, veniva purificato con l’argilla ricavata dai fanghi del Nilo; la pelle veniva massaggiata con olio vegetale profumato con erbe. A quei tempi venne creata una maschera per il viso “rudimentale” costituita da uova (di struzzo), latte, olio, farina e argilla. Hennè e polveri di colore erano usati con consuetudine per il trucco di viso, corpo ed unghie. Lo specchio non poteva mancare tra le ricchezze degli Egizi. Le donne egizie si depilavano usando “ossa di uccello bollite e tritate, sterco di mosca, succo di sicomoro, gomma e cetriolo scaldati e applicati” (fonte: Le cone d’onguent gage de survie in Buleetin de l’Instut français d’Archeologie Orientale di Nadine Cherpion, 1994).

Profumi ed unguenti trovavano un largo uso e questo contribuì ad un fiorente commercio di spezie, incensi, aromi.

Grazie alle usanze egizie, trucco e profumi particolari attirarono l’attenzione delle donne greche, sino ad allora timide in tal senso. Infatti, limitavano la cura di sé con prodotti per la pulizia e, unguenti per il corpo.

Dopo l’avvento della moda cosmetica egiziana, in Grecia dapprima le donne aristocratiche, poi anche le più umili, presero la tradizione di truccarsi e tramandare le conoscenze della bellezza e dell’estetica lungo le generazioni, conservando la memoria degli ingredienti e di come si miscelavano. Utilizzavano un pigmento (composto da carbonato di piombo) per ottenere un colorito bianco alla pelle, invece l’ossido di piombo dava una polvere arancione per gli zigomi. Polvere di antimonio costituiva un pigmento nero per ciglia e sopracciglia. Pigmenti di origine vegetale e minerale erano sfruttati per ottenere qualsiasi colore. Le donne greche comunque accordavano estrema importanza alla pulizia di sé oltre che affinare le tecniche del trucco.

Anche per le donne patrizie romane la tradizione estetica fu appresa dai Greci. Ben presto però la routine quotidiana dedicata alla bellezza occupò la giornata con numerosi trattamenti per il viso e corpo. Si usava per lavarsi un detergente fatto con farina di fave o creta; per la depilazione si impiegava una pasta oleosa mentre per il massaggio del corpo oli profumati.

Le ricette per il trucco venivano eseguite da schiave il cui lavoro consisteva nella preparazione delle proprie padrone: non tutti gli ingredienti però erano innocui e naturali, anzi! Le donne romane non si facevano problemi circa le sostanze poste sulla pelle pur di essere belle!

Alcuni esempi di prodotti estetici…

  • Il bianco di piombo, un pigmento pittorico inorganico costituito da carbonato basico di piombo(II), era utilizzato per dare al viso un aspetto bianco;
  • Zigomi e labbra erano dipinti con il succo di more di gelso;
  • Latte d’asina impiegato per i bagni rassodanti e nutrienti. […]

Da ricordare sono le Terme (le più note quelle di Caracalla)! Esse costituivano il gioiello della bellezza ed il simbolo dell’estetica.

Questo viaggio ci ha permesso di comprendere quanto l’estetica impregna e supporta la vita quotidiana di donne e uomini (oggi ancor di più!). L’estetica ha dato la sua impronta non solo nello stile di vita antico e contemporaneo ma ha contribuito allo sviluppo di pensieri, filosofie e correnti artistiche importanti. Ecco perché l’estetica ha un ruolo fondamentale, soprattutto quella parte di estetica che incarna i valori tradizionali e più classici, in cui le donne riscoprono benessere e armonia. Da qui parte un viaggio attraverso le cure ed i trattamenti dell’estetica nella forma più pura ed essenziale, che sanno prendersi cura del corpo e perché no?, dello spirito…

Mens sana in corpore sano!

You may be interested

Bio e fresco: semplice che non passa di moda

Redazione - Mag 18, 2020

A volte le persone si incontrano così senza un motivo apparente. Si conoscono storie ed esperienze radicalmente diverse dalla propria o forse tanto…

Teatro, grandi e bambini: un gioco per tutti, prima di tutto

Redazione - Mag 01, 2020

  'Fare del teatro' un'espressione tipicamente italiana che ha l'odore di mestiere, disciplina, rigore, studio e materia. Sì, entrare nel mondo del teatro…

Amore tra Fiori, Natura e Vita: favola, realtà o sogno?

Redazione - Mar 02, 2020

Big Fish e Begonia: una favola per tutti - "E tu ci credi alle favole? Ai sogni che si realizzano?" Ero al lago…

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Most from this category