0 Shares 918 Views

Sconfiggi il caldo con la natura!

Giu 21, 2018
0 919

L’estate si avvicina ed inevitabilmente le temperature salgono, raggiungendo spesso gradi insostenibili. Con il mercurio che sale incontrollabile, il caldo estenuante, tra il lavoro, mestieri di casa ed appuntamenti, come “sopravvivere” a questo clima, tenendo testa a tutti gli impegni quotidiani?

L’afa spesso porta con sé un clima generale di malessere, soprattutto per le donne: infatti il caldo causa numerosi problemi fisici che spesso possono dar fastidio, come spossatezza, carenza di concentrazione, gambe e caviglie gonfie, sudorazione eccessiva, stanchezza… Problemi ovviamente che non aggrediscono la salute ed il benessere, ma che possono mettervi in difficoltà nell’affrontare la giornata serenamente.

Noi però vogliamo proporvi dei rimedi totalmente naturali, in grado di aiutarvi al meglio a sopportare le alte temperature ed a mantenere un buon livello di benessere!

Acqua.. fonte di vita!

Il primo consiglio lo trovano tutti un po’ scontato, ma noi non ci stanchiamo mai di ripeterlo: è fondamentale bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, magari accompagnandoli con del succo di limone appena spremuto, che, oltre a fare bene, è un toccasana per la sete provocata dal caldo. È importante mantenere il corpo ben idratato e reintegrare tutti i sali minerali espulsi durante il giorno attraverso la sudorazione ed altri liquidi del corpo, perché sono la base della nostra vitalità ed energia. È consigliato anche assumere un integratore alimentare che contenga potassio, sodio e magnesio, per assicurarsi di ingerire tutti i sali minerali necessari.

Inoltre la natura, in tutta la sua magnificenza, ci offre piante ed arbusti che possono risolvere i nostri piccoli problemi, in modo del tutto economico e, soprattutto, sostenibile.

Il rusco

Il rusco è la soluzione per tutte le donne che soffrono di gonfiore alle gambe ed alle caviglie. Il caldo infatti dilata le pareti dei vasi sanguigni, rallentando la circolazione e causando un dolore alle gambe, alle caviglie ed ai piedi, facendoli gonfiare e risultare pesanti. Il rusco è una pianta che rinforza e mantiene elastiche le pareti dei vasi sanguigni; ha un’azione drenante, che evita il ristagno di liquidi e riattiva la circolazione, permettendo di ridurre il senso di pesantezza delle gambe e donando una sensazione di leggerezza. Il rusco viene venduto sotto forma di estratto secco e deve essere assunto due volte al giorno, lontano dai pasti, per un ciclo di due mesi.

La rodiola

Se hai spesso emicranie, non riesci a concentrarti al lavoro, hai i riflessi rallentati o una mente affaticata, la soluzione è la rodiola: si tratta di una pianta con due principi attivi fondamentali, rosavina e salidroside, che aumentano l’acetilcolina, una sostanza che accelera la comunicazione tra i neuroni. Sono in grado di stimolare l’attività neurologica che comprende l’adrenalina e la dopamina, assicurandovi una vitalità ed un livello di concentrazione costante, nonostante il caldo estivo. La rodiola è da assumere in estratto secco, due volte al giorno, prima di colazione e pranzo.

L’eleuterococco

Se il caldo afoso di questi tre mesi estivi ti butta giù, provocandoti spossatezza, stanchezza e debolezza, l’eleuterococco è la risposta a tutto: è una pianta nelle cui radici è presente un gruppo di principi attivi chiamati eleuterosidi, che hanno un’azione tonificante in grado di contrastare la debolezza fisica e la stanchezza. Questo rimedio, inoltre, è particolarmente indicato per le donne perché i suoi componenti hanno un’azione più tenue; l’importante è assumerlo in estratto secco per due volte al giorno, la mattina ed il pomeriggio, per due mesi.

Il caldo ormai è tra noi, e le sue temperature non perdonano. L’importante, è sapere come non farsi abbattere. Ed a fornirci soluzioni, ci ha pensato la natura!

You may be interested

Hair: capelli sciolti e irriverenti per creare speranza

Redazione - Gen 14, 2022

Quando si parla di speranza la gente risponde. Quando c'è il bello, non si può starsene in disparte, si viene attratti, si viene…

L’ascoltare di Enrico: un’azione del cuore per portare a tutti la Musica

Redazione - Dic 17, 2021

Un braccio levato, apparentemente ingessato in un tessuto inamidato, bianco, il profilo cupo attorniato da penombre. In realtà è il richiamo della concentrazione,…

Boomerang: quel legno piegato che ritorna

Redazione - Dic 15, 2021

Bu-mar-rang, in una lingua appartenente ad una delle molte tribù aborigene. Ma questo strumento non era diffuso solo in Australia. Molti studi archeologici…

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Most from this category